Percorso

Informazioni percorso Oropa Trail

Oropa Trail 2018
7° Prova Tour Trail Valle d’Aosta

Data evento: 2 settembre 2018

Località: Santuario di Oropa – Comune di Biella (BI), Piemonte

Percorsi:

Non agonistico e camminata Nordic Walking (km 10)

Corto Agonistico (km 24,20 – D+1420)

Altimetria

Lungo Agonistico (km 36 – D+2220)

Altimetria

Organizzazione: ASD Piemonte Sport – Biella

Informazioni

Info line: 015 2522650333 2813069 info@oropatrail.it
Referenti: Mauro Benedetti – Segreteria: Elisa Negro

 

Oropa Trail “OT” parte dal piazzale Busancano, a nord del Santuario, nelle immediate vicinanze della partenza della funivia e adiacente al pattinaggio. Dopo un breve giro di lancio a vista attorno al parcheggio, si scende verso la vecchia  Stazione, sotto il santuario, ovvero il  punto di arrivo della tranvia Biella – Oropa e nelle vicinanze del vecchio “trenino” si imbocca il sentiero per S. Eurosia, molto ben tracciato che conduce velocemente sulla parte sinistra della valle. IL sentiero offre molti scorci panoramici e ad un certo punto si interseca con una strada poderale che fa variare il percorso in salita a sinistra sino ad arrivare nei pressi di alcune baite, per poi imboccare un sentiero ancora a  sinistra  che sale con dislivello importante.  IL percorso spiana leggermente ma è solo una illusione:  qui c’è il primo bivio importante, quello del sentiero chiamato “ Passeggiata dei Preti” dove a sinistra si imbocca un sentiero molto bello e pianeggiante per la “ non competitiva” e a destra continua la competitiva, che permette di prendere fiato ai runner in gara prima di imboccare a sinistra il sentiero ripido verso “il Cucco”.
Questo sentiero è un vero e proprio spartiacque tra due valli e con la fortuna di una bella giornata è possibile ammirare il panorama sulla valle Cervo.

Il piccolo monumento con la Madonna del Cucco indica ancora la possibilità di prendere un po’ di fiato: girando a sinistra si punta a vista verso una  baita diroccata e da qui a destra troviamo il sentiero  che conduce  alla strada della galleria di Rosazza dove troviamo l’ultima delle cappelle votive e dove verrà situato il ristoro.  Una volta sull’asfalto un breve tratto in salita porterà sino alla galleria, storico collegamento tra  valle di Oropa alla Valle Cervo, ma non verrà attraversata: a sinistra, prima della galleria, alla fine del guarda rail, un sentiero poco visibile in piano porterà verso la pineta e da qui sempre su di un sentiero a sinistra si inizia la discesa in mezzo ai pini a che velocemente porta verso valle. Dopo un attraversamento dell’asfalto, ancora sentiero in discesa sino alla Colonia estiva e poi, rasentando l’asfalto, con la maestosità della Chiesa nuova davanti, ci si ricollega con la passeggiata dei preti. Da qui si prosegue con il passaggio all’interno del parco avventura sotto la funivia e  primo passaggio nella zona partenza arrivo, dopodiché inizia la salita della pista Busancano, la palestra dello sci – alpinismo biellese. Dopo uno strappo, dove importante sarà dosare le forze, prima della “zeta” deviazione in discesa per un brevissimo tratto per poi prendere in salita a sinistra la mulattiera in salita chiamata  “la Pissa” che porta all’arrivo della funivia a metri 1.900.

Davanti al rifugio Savoia il secondo ristoro e da qui una discesa tecnica sempre sulla pista Busancano,  ma circa a metà ancora un leggero strappo in salita verso il laghetto delle Bose, che verrà lambito sino al pian del Gè, dove una strada sterrata veloce e bella da correre porterà all’arrivo del percorso agonistico corto. Da qui terzo passaggio sulla linea partenza / arrivo e continuazione per il percorso lungo; dopo circa 200 metri di asfalto si rientra nel sotto bosco con un passaggio sopra il cimitero monumentale di Oropa. Ancora pochi metri di asfalto e poi si imbocca a sinistra un sentiero inedito ma bellissimo, che riserva un piccolissimo tratto “Wild” e che sale in maniera importante.

LO spettacolo che riserva il prato con alpeggio appena sopra è notevole, dal quale si continua a salire a destra. Ancora un breve tratto e dopo poco un altro prato con vista bellissima, questa volta sulla valle Elvo, con un sentiero che procede in mezza costa verso un alpeggio, chiamato Alpetto e poi a destra un ripida salita che arriva sotto al Mucrone e precisamente al Poggio Frassati . Da qui un bel sentiero in mezzo ai rododendri scende e porta prima al laghetto della Mora e poi al lago delle Bose e di seguito si riprende il sentiero che porta al Pian di Gè e tornare a scendere velocemente verso il traguardo di Oropa.